Lo chiamano White

3 dicembre 2010
Una "white"parete

Parete in velatura white

Lo chiamano “white”, che come saprete significa bianco in inglese. Questo effetto, relativamente nuovo, è nato per gli amanti della luminosità, del lucido sulle pareti, e di chi aspira ad avere una parete “in movimento”, e un pò diversa dal solito bianco, ma che non risulti eccessivamente “carica”. L’effetto white ha una straordinaria eleganza, leggermente ruvido al tatto,lucido, consente di risaltare qualsiasi tipo di parte, sposandosi con ogni tipo di arredamento. Il suo colore madreperlato(ovviamente sarebbe impossibile che fosse bianco puro), è u ottima soluzione per chi è stanco del solito bianco,ma non piace avere pareti colorate, o effetti in velatura troppo carichi visivamente.

Annunci

qui giocano i bimbi

5 agosto 2010
 spazio gioco bimbi

stanza gioco bambini in smalto ad acqua

Una bella parete di tre colori. Bianco, giallo e verde, che si mischiano e si alternano, lottando a chi fa più luce. La parete fa parte di un ambiente di un asilo nido, e per la precisione la stanza dei giochi. Il giallo e il verde, sono in smalto ad acqua satinato, materiale che permette un altissima lavabilità, e un prolungata durata. Sullo sfondo, si intravede le reception arancione, sempre in smalto ad acqua. La scelta di questo materiale, in ambienti come asili, scuole, studi medici ed ospedali, è obbligatoria per legge, per i requisiti citati sopra. Ultimamente però, spesso viene utilizzato anche negli appartamenti dei privati, che ne gradiscono appunto tali particolarità.


Si parte con il bianco

7 gennaio 2010
Il bianco..non solo luce

Luce,spazio ed arredo....il bianco

Ecco un semplice esempio di come il bianco può essere utilizzato, non solo per dar luce o senso di spazio, ma anche come complemento d’arredo. Sì perchè di solito, ed anche il mio parere, questo ruolo di “arredatore” viene svolto principalmente dai colori. In questa immagine una parete bianca, con calorifero verniciato del medisimo colore, mette il risalto sia il quadro che il ripiano in marmo, ma soprattutto il vaso ed il suo contenuto. Merito ovviamente anche del gusto della propietaria, che ha saputo legare con semplicità ed eleganza i componenti vari.