Guida ai prodotti

Ogni imbianchino ha i suoi materiali preferiti . Qui quindi vi illustrerò quelli con cui lavoro io e con i quali mi trovo bene.

Cominciamo dal bianco:  la differenza più nota è quella tra il lavabile, usato in quasi tutti gli interni, e il traspirante, usato in ambienti con umidità maggiore (come bagni e cucine).  Il cosiddetto lavabile non è, come molti credono, una pittura propriamente da lavare, magari con spugna e detergenti o con vapore. Pur sempre una buona pittura, si presta ad un lavaggio con una spugna bagnata con un po’ di acqua calda e sempre per macchie piccole.  Molto indicato per pitturare appartamenti ed avere una buona finitura, sia dal punto di vista della copertura, sia della resistenza.

Il traspirante, come dice il nome stesso, è spesso usato in ambienti umidi (bagni o cucine), per permettere al muro di “respirare” di più. E’ un prodotto meno “forte” del lavabile, un po’ meno resistente a lavaggi, e meno caro.  Io lo uso poco, preferendo il lavabile per ogni ambiente, che permette comunque ai muri di respirare.

Un buon rapporto qualità prezzo per il lavabile può andare dai 45 ai 70 euro per una latta da 14 litri. Per il traspirante dai 30 ai 50 euro, sempre per una latta da 14 litri.

Il lavabile che uso più spesso e mi da maggior sicurezza, è il Koala della Boero.

Un altro ottimo lavabile è l’Alphamat della Sikkens. Un altra buona marca è la Caparol.

A volte, in ambienti con muri piuttosto vecchi, che mal tollerano materiali “forti”, o pitturati in precedenza con tempere di scarsa qualità, o come fondo per effetti decorativi, stucchi a parte, utilizzo il lavabile che produce il mio più diretto fornitore:  il colorificio Gramsci di Paderno Dugnano. Ovviamente la scelta del materiale incide sul prezzo finale.

12 Responses to Guida ai prodotti

  1. Stefano Farris ha detto:

    Complimenti per i bei lavori, molto indicativi della passione che mette nel suo lavoro. Vorrei approfittare di questo spazio per una richiesta: devo rivestire le pareti di due sale odontoiatriche con pittura lavabile e disinfettabile. Avete qualche indicazione da darmi? Non so se devono rispondere a qualche requisito o quant’altro. Potete consigliarmi?? un grazie in anticipo,
    Stefano farris

  2. Roberto ha detto:

    Grazie per i complimenti. Il prodotto da applicare sulle pareti di uno studio odontoiatrico è lo smalto all’acqua. Lavabile e disinfettabile, l’unico a norma di A.S.L. Dovrebbe chiedere al suo comune l’altezza da rispettare, in caso voglia fare solo una “zoccolatura” e non tutta la parete. Spero di esserle stato di aiuto. Cordiali saluti. Roberto.

  3. elisa ha detto:

    Ciao, complimenti per il blog e per i lavori svolti. Vorrei chiederti un consiglio, devo ristrutturare due bagni e ho scelto dei rivestimenti che arriveranno solo a 1.2 mt di altezza sulle pareti…il resto dovrà essere pitturato, quale sarebbe in questo caso la scelta migliore visto l’elevato grado di umidità che si creerà nei bagni soprattutto d’inverno quando dopo la doccia calda non si può tenere a lungo la finestra aperta nè tantomeno spalancata per far svanire rapidamente l’umidità ? Ho paura che questa scelta dei rivestimenti bassi mi obbligherà a usare una pittura molto costosa sul resto delle pareti.. Grazie.

  4. Roberto ha detto:

    Ciao, grazie per i complimenti, e scusa per il ritardo con il quale rispondo, ma sono tornato solo stamane da una piccola vacanza. Per quel che riguarda il tuo problema, direi che la cosa da valutare è quanta umidità effetivamente avrai in bagno. Nel caso sia poca, cioè una normale umidità da bagno, puoi mettere anche un buon traspirante e non avrai problemi. Nel caso prevedi sia molta, puoi imbiancare con dei prodotti antiumidità, che puoi trovare in un qualsiasi colorificio ben fornito. Sono prodotti che costano un pò di più, ma offrono sicuramente più garanzie. Comunque non sottovalutare mai il ricambio dell’aria. Anche d’inverno infatti far cambiare l’aria tutti i giorni per almeno 5 minuti è il primo e importante passo per evitare di creare condensa ed appunto situazioni umide. So che d’inverno si tende a non aprire, ma questo è un errore che poi si ripercuote sulla qualità dell’ambiente di casa.
    Spero di esserti stato utile, e per qualsiasi altro dubbio non esitare a contattarmi. Grazie. Ciao.

  5. colourshop ha detto:

    Molto bello il sito con descrizioni molto dettagliate dei lavori. Se avete necessità di acquistare vernici della sikkens come l’alphamat potete provare qui

    http://www.colourshop.it/vendita-idropitture-sikkens

  6. imbiancare ha detto:

    Grazie per i complimenti..e per il consiglio.

  7. domenico ha detto:

    buongiorno a tutti e complimenti per il sito… Ho bisogno di un informazione.. L ASL mi ha “obbligato” alla ritinteggiatura dei locali con vernice lavabile e sanificabile.. Ho letto che il piu adeguato sarebbe lo smalto ad acqua.. Ho bisogno di una tinteggiatura bianca, mi potete indicare quella piu adeguata?? un saluto a tutti

  8. saulo ha detto:

    Buona sera, volevo chiedere un consiglio, ė buono imbiancare tutta la casa con pittura a smalto?

    • imbiancare ha detto:

      Buongiorno. Intende smalto ad acqua o sintetico? Nel primo caso è possibile, magari eviterei di fare i plafoni con lo smalto. Tenga presente che questo prodotto non permette al muro di traspirare. Quindi è bene che la casa non abbia particolari problemi di umidità o muffa.
      Anche nel secondo caso è possibile, ma lo sconsiglio vivamente. Sia per l’inutilità di avere un prodotto del genere all’interno, che per l’odore molto forte dello smalto sintetico.
      Spero di esserle stato utile. Se ha ancora qualche dubbio mi contatti pure.
      Buona giornata.
      Roberto.

  9. Ivan Coralluzzo ha detto:

    Buongiorno, la disturbo per chiederle un consiglio , visto le sue risposte molto pertinenti. La prima informazione riguarda il bagno , con rivestimento basso, e sopra uno stucco a calce , tipo stucco veneziano. Mi consiglia di rifarlo, ripristinarlo visto i vapori e umidità tipica dei bagni. Oppure in alternativa di applicare anche un ‘ altro tipo di vernice. Invece le altre stanze è applicato sui muri un satinato ad acqua penso della sikkens. Posso ridipingere sopra con lo stesso prodotto , oppure avevo pensato alla boero koala con ottimo effetto coprente. Grazie per la risposta.

    • imbiancare ha detto:

      Buongiorno. Per il bagno se non ci sono infiltrazioni, o lo stucco non è stato danneggiato dall’umidità, direi che può continuare ad utilizzare questo materiale. Le consiglio di non applicare la cera protettiva allo stucco, perché lo rende lavabile e non permette più al muro di traspirare.
      Per le pareti vale la stessa regola, se per satinato intende smalto ad acqua. Se lei ha lo smalto all’acqua e sovente pulisce le pareti le consiglio di mantenere questa finitura. Come alternativa Il Koala della boero è senza dubbio una delle migliori pitture “lavabili” in commercio.
      Spero di esserle stato utile.
      Buona giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: